IL PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ

Premessa

Le profonde trasformazioni che hanno caratterizzato nel recente passato e che caratterizzano oggi la società italiana ed europea, rendono inderogabile una attenta riflessione sulle caratteristiche delle principali agenzie educative, la famiglia e la scuola. Si rende pertanto necessario stipulare una stretta alleanza educativa tra scuola e famiglia.

Insegnare e trasmettere le regole del vivere e del convivere, compito ineludibile della scuola, può essere espletato solo con la viva e fattiva collaborazione della famiglia, poiché 'i genitori sono i primi responsabili dell'educazione dei figli' (dal Progetto Educativo dell'Istituto Suore Serve di Maria Addolorata).

I rapporti dovranno essere costanti, nel rispetto dei ruoli. Scuola e Famiglia dovranno supportarsi a vicenda per raggiungere comuni finalità educative e condividere quei valori che fanno sentire gli alunni membri di una comunità vera.

La scuola affianca perciò al compito "dell'insegnare ad apprendere " quello "dell'insegnare ad essere"; su tale versante la collaborazione della famiglia è assolutamente fondamentale.

Pertanto, richiamati i seguenti riferimenti normativi : D.M. n.5843/A3 del 16/10/2006 " Linee di indirizzo sulla cittadinanza democratica e legalità"; D.M. n.16 del 05/02/2007 " Linee di indirizzo generali ed azioni a livello nazionale per la prevenzione del bullismo"; la Scuola Mater Divinae Gratiae SOTTOSCRIVE con le famiglie il seguente

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ

LA SCUOLA SI IMPEGNA A…

Proporre un'offerta formativa rispondente ai bisogni dell'alunno e alla promozione del successo formativo.

Promuovere il talento e le doti, sostenere gli alunni in situazioni di disagio, per quanto possibile; favorire la piena integrazione degli studenti disabili.

Creare un clima sereno e accogliente, favorendo e promuovendo la maturazione di comportamenti ispirati al Vangelo, ai valori della vita, dell'accoglienza, della solidarietà e della convivenza civile.

Rafforzare il senso di responsabilità e guidare gli alunni all'osservanza delle norme di comportamento, di sicurezza e di regole condivise; coinvolgerli e motivarli allo studio e alla ricerca.

Cgomunicare costantemente con le famiglie, informandole sull'andamento didattico – disciplinare degli alunni. In caso di comportamenti non adeguati adottare provvedimenti disciplinari, come previsto dal Regolamento di Istituto.

Garantire la puntualità e la continuità del servizio scolastico. Coinvolgere il personale scolastico al fine di instaurare un clima di rispetto, collaborazione e condivisione.

Assegnare,controllare e correggere i compiti.

Considerare l'errore come tappa da superare nel processo individuale di apprendimento.

Garantire la trasparenza della valutazione, come richiesto dai documenti della scuola. Comunicare alle famiglie l'esito delle valutazioni.

patto corresponsabilità

LA FAMIGLIA SI IMPEGNA A…

Condividere e sostenere il Progetto educativo dell'Istituto al fine di ottenere un'azione coerente ed efficace.

Instaurare un dialogo costruttivo con i Docenti, nel rispetto della loro libertà di insegnamento e competenza valutativa

Impartire ai figli le regole del vivere civile, dando importanza alla buona educazione, al rispetto degli altri e delle cose proprie e altrui.

Intervenire responsabilmente rispetto ad eventuali danni provocati dal/la figlio/a a persone o cose, anche attraverso il risarcimento, secondo le modalità previste nel Regolamento d'Istituto.

Firmare sempre tutte le comunicazioni e gli esiti delle valutazioni per presa visione.

Non esprimere opinioni o giudizi negativi sugli insegnanti, in particolare davanti ai figli, ma chiarire subito con gli interessati, nella sede opportuna.

Partecipare attivamente alle riunioni previste, proponendo e collaborando alla loro realizzazione e riuscita.

Garantire regolarità e puntualità della frequenza scolastica e la puntualità alle lezioni. Giustificare sempre assenze ed eventuali ritardi occasionali.

Promuovere l'autonomia dei figli, evitando di sostituirsi a loro nell'assolvimento degli impegni e nell'esecuzione dei compiti, senza tralasciare il controllo a lavoro eseguito. Aiutare i figli a pianificare e ad organizzarsi: orario, angolo tranquillo, televisore spento, controllo del diario e del materiale, preparazione della cartella.

Collaborare per potenziare nel figlio la consapevolezza delle proprie risorse e dei propri limiti. Condividere con i docenti il significato dell'errore.