L'IDENTITÀ DELLA NOSTRA SCUOLA

La nostra scuola si colloca nella missione evangelizzatrice della Chiesa, ricercando e proponendo nella persona di Cristo la pienezza della verità sull'uomo. Mira a promuovere itinerari educativi personalizzati, guidando gli alunni con criteri di gradualità alla rigorosa ricerca culturale e scientifica e alla esperienza cristiana, in vista di scelte sempre più libere e coerenti per un consapevole inserimento nella vita civile ed ecclesiale, e riconosce, come sua dimensione qualificante, l'insegnamento della religione cattolica. Il suo servizio é offerto non solo agli alunni e alle famiglie che hanno fatto una chiara scelta di fede, ma è aperto anche a quanti si dichiarano sensibili ai valori contenuti nel messaggio evangelico.

FINALITÀ

Precipua finalità della nostra scuola è quella di avviare un processo di liberazione e di promozione, nella formazione integrale della persona, attraverso l'assimilazione sistematica e critica della cultura, e di aiutare gli alunni a realizzare, nel confronto coi valori evangelici, la sintesi personale tra fede e cultura e tra fede e vita.

LA COMUNITÀ EDUCATIVA

La comunità educativa, costituita da tutti coloro che in qualche modo partecipano alla vita della scuola, è centro propulsore e responsabile di tutta l'esperienza educativa e culturale. In essa acquistano particolare rilievo coloro che sono i diretti responsabili della gestione della scuola e della sua organizzazione culturale e didattica: la Comunità religiosa e gli insegnanti.

LE INSEGNANTI RELIGIOSE,

consapevoli che la validità della scuola cattolica dipende, sia dall'attuazione dei principibase, sia dalla sua qualità e qualificazione, sono impegnate ad essere un corpo docente preparato e aggiornato nella cultura sacra e profana, pedagogicamente sapiente e didatticamente esperto, che si ispira costantemente a Cristo Maestro, alla Vergine madre e alla tradizione della Congregazione.

GLI INSEGNANTI LAICI,

con la loro qualificazione culturale, la capacità di costante aggiornamento e la convinta testimonianza cristiana, sono chiamati a cooperare attivamente alla missione educativa della nostra scuola, anche in virtù del regolamento liberamente accettato e del contratto che li vincola all'Istituto.

I GENITORI

sono i primi responsabili dell'educazione dei figli: essi, rifiutando ogni tentazione di delega e scegliendo la nostra scuola per la formazione integrale dei figli, partecipano alla vita della comunità educativa. Essi devono conoscere e condividere ciò che la scuola propone, per evitare pericolose fratture tra l'intervento educativo della scuola e quello della famiglia, e sono chiamati a collaborare alla realizzazione del progetto educativo, offrendo il contributo della loro specifica competenza. Essendo contemporaneamente membri della comunità ecclesiale e civile, rappresentano il ponte più naturale tra la scuola e la realtà circostante, sia per sostenere la scuola cattolica, sia per far valere il diritto di libera scelta della scuola per i propri figli.

GLI ALUNNI

sono i protagonisti primari del cammino culturale e formativo proposto dalla nostra scuola e quindi devono partecipare alla elaborazione e attuazione di tale cammino, nelle forme rese progressivamente possibili dal maturare dell'età. In tale rapporto di condivisione della vita scolastica, agli alunni si richiede:

  • • una disponibilità seria e sincera verso la proposta educativa e culturale che viene loro rivolta;
  • • l'impegno nello studio per l'acquisizione di una cultura qualitativamente valida;
  • • la ricerca di un orientamento religioso coerente con la tematica di educazione cristiana, di cui fondamento è la verità, forza propulsiva l'amore, metodo di attuazione la libertà.

OBIETTIVI EDUCATIVI

Per realizzare la sua finalità, la nostra scuola tende a raggiungere i seguenti obiettivi:

  • • porsi come luogo di cultura per educare gli alunni ad una approfondita formazione critica, nella ricerca della verità a tutti i livelli;
  • • aiutare gli alunni a maturare equilibrio affettivo, responsabilità, autonomia,
  • • ricerca del senso della vita e dei valori religiosi, nel rispetto delle diversità delle opinioni e delle culture, per divenire persone di riconciliazione e di pace;
  • • sviluppare nei giovani la conoscenza di sé stessi, delle proprie attitudini e delle proprie interiori risorse, per renderli capaci di spendere la vita con senso di responsabilità, di giustizia e di apertura, in dialogo costruttivo con tutti gli uomini;
  • • educarli al senso del dovere, al valore dell'amicizia e della collaborazione, alla dimensione comunitaria della vita, sollecitandoli ad approfondire costantemente la propria esperienza di fede;
  • • renderli consapevoli che la piena realizzazione di sè è una conquista quotidiana che passa attraverso la legge evangelica del sacrificio.