REGOLAMENTO INTERNO

Il collegio dei Docenti ha ritenuto opportuno stipulare il seguente regolamento, cioè un insieme di regole interne all’istituzione scolastica, finalizzate al buon funzionamento del servizio, la cui osservanza è vincolante per tutte le componenti che interagiscono nella scuola e con la scuola, nel rispetto della dignità della persona e dei suoi valori.

Vigilanza sugli alunni

E’ compito dell’insegnante, per la parte di sua competenza, vigilare sugli alunni.
L’insegnante è tenuto ad essere presente in aula alle ore 7.55 per svolgere azione di accoglienza e vigilanza sugli alunni.

L’intervallo antimeridiano delle lezioni indicativamente dura venti minuti e si svolge nel corso della terza ora; quello pomeridiano va dal termine della refezione fino alla ripresa dell’attività didattica e avviene negli spazi interni e/o esterni, a scelta delle insegnanti. Durante ogni momento della giornata scolastica, l’insegnante ha il dovere di vigilare attivamente sul comportamento degli alunni in maniera che non arrechino danno alle persone e alle cose. 
Al termine delle lezioni, l’uscita degli alunni avviene sotto la vigilanza del personale docente.

I genitori vigilano sulla pulizia personale dell’alunno. L’insegnante affida ai genitori o alla Direzione Didattica l’alunno infortunato o che presenti sintomi di malattia infettiva.

I collaboratori scolastici hanno il compito di accoglienza e di vigilanza sugli alunni e di supporto agli insegnanti:

  • a) durante l’ingresso e l’uscita
    b) in casi di inderogabile necessità
    c) in occasioni di spettacoli, uscite e gite d’istruzione.

Comportamento in caso di malessere dell’alunno

In caso di malessere durante l’orario delle lezioni, la segreteria provvede ad avvisare la famiglia telefonicamente la quale deve autorizzare la prassi di eventuale soccorso.

Se si ravvisa la necessità di trasportare l’alunno al pronto soccorso, si provvede, a seconda dei casi, mediante ambulanza o con i mezzi della vigilanza urbana.

Eventuali spese sono a carico della famiglia, la quale provvederà entro 3 giorni a compilare il modulo relativo all'infortunio in ogni sua parte e restituirlo alla segreteria della scuola entro 24 ore dal verbale del Pronto Soccorso e/o del ricovero.

I genitori hanno il dovere di essere sempre reperibili quando il bambino è sotto la custodia della scuola.

Comportamento degli alunni

L’alunno ha il dovere di frequentare regolarmente le lezioni e di partecipare attivamente alla vita della classe, seguendo le spiegazioni ed eseguendo le esercitazioni assegnate dagli insegnanti.

Per favorire un miglior comportamento degli alunni è necessaria la fattiva collaborazione dei genitori, i quali, coscienti di essere i primi responsabili dell’educazione dei propri figli, avranno cura che l’alunno frequenti regolarmente la scuola, sia puntuale, adempia i suoi doveri scolastici.

  • • L’alunno deve giungere puntualmente a scuola, dalle ore 7.55 alle ore 8.10 e rispettare l’intero orario delle attività e discipline scolastiche al fine di permettere la puntuale attività della prima ora. Gli alunni che arriveranno a scuola prima delle 7.55 sono tenuti a pagare la quota di prescuola. Quelli che arrivano oltre le 8.10 entreranno in classe nell’ora successiva. Eventuali ritardi vanno giustificati per iscritto.
  • • Ai genitori è permesso di accedere nelle aule scolastiche soltanto il primo giorno di scuola.
  • • I genitori devono accompagnare i figli all’interno della portineria (sorvegliata da telecamera), dove non è consentito sostare.
  • • Per quanto concerne l’uscita, gli alunni saranno accompagnati dai rispettivi Docenti nelle portinerie della scuola. L’alunno può lasciare la scuola solo in presenza di un genitore o un suo delegato, di età superiore ai 18 anni, che dovrà essere indicato nella richiesta-delega. Non si accettano comunicazioni telefoniche in proposito.
  • • Sia i ritardi che le uscite anticipate devono essere sempre giustificate. L’alunno deve far firmare ai genitori, con estrema sollecitudine, gli avvisi della scuola e degli insegnanti.
  • • L’alunno non può lasciare la scuola prima della fine delle lezioni, salvo che l’uscita anticipata sia stata preventivamente richiesta e documentata dai genitori e sia dovuta a visita medica specialistica o a gravi motivi familiari.
  • • Ogni alunno si impegna a portare a scuola puntualmente il materiale necessario. In caso di dimenticanza i genitori sono pregati di non portarlo. Gli alunni e i genitori non devono accedere alle classi dopo il temine delle lezioni.
  • • I danni arrecati alle strutture, al materiale scolastico e agli oggetti personali saranno risarciti dalla famiglia dell’alunno responsabile.
  • • L’alunno è responsabile dei danni che arreca alle strutture, al materiale scolastico, agli oggetti. In caso di danno volontariamente arrecato si richiederà alle famiglie un adeguato risarcimento, anche a scopo educativo.
  • • Tutti gli alunni sono tenuti ad indossare sempre la divisa della scuola. (Se desiderano indossare la felpa sopra il grembiule, dovrà essere la felpa della divisa scolastica)
  • • Gli alunni non portino a scuola oggetti di valore, somme di denaro che non sia stato richiesto esplicitamente dalla scuola o giocattoli: la Direzione declina ogni responsabilità.
  • • La presenza degli alunni è obbligatoria, oltre che alle lezioni, a tutte le attività (ricerche culturali, lavoro di gruppo, visite istruttive, Festa di Famiglia ed eventuali iniziative proposte dalla scuola) che vengono svolte nel contesto del programma educativo- didattico.
  • • Si raccomandano vivamente ordine e pulizia, specialmente nelle aule e nei campi di gioco. L’alunno è tenuto ad indossare il grembiule e a presentarsi alle lezioni con un abbigliamento adeguato e decoroso. Per le lezioni di Educazione motoria, nei giorni di martedì e giovedì, gli alunni devono indossare la tuta della scuola.
  • • L’alunno deve stare sempre con il Docente di turno che è il solo responsabile in caso di infortunio. Se un alunno/a, per motivi di salute non può stare all’aperto, deve andare a casa e non può essere affidato/a ad altri né sostare in portineria.
  • • Nessun alunno/a (eccetto quelli iscritti alle attività extrascolastiche), può rimanere a scuola dopo le 16.30 perché non coperto da polizza assicurativa, neanche durante le riunioni o i colloqui genitori-insegnanti se non espressamente richiesto dalla famiglia o dall’insegnante.
  • • In casi gravissimi, quando venga compromessa l’incolumità fisica propria e/o dei compagni o il rispetto degli insegnanti, questi possono allontanare dalla scuola l’alunno da uno a tre giorni, tramite comunicazione scritta e motivata diretta ai genitori. Copia del provvedimento va trasmessa alla Direzione. L’alunno allontanato, per riprendere le lezioni, dovrà essere accompagnato da un genitore.

Ritardi, assenze, giustificazioni

Ogni assenza deve essere sempre motivata e giustificata per iscritto dai genitori o da chi ne fa le veci. In caso di assenza per malattia superiore a giorni cinque, si consiglia di portare il certificato del medico curante. Nel conteggio dei giorni di assenza vanno compresi anche il sabato, la domenica e le altre festività infrasettimanali.
Le assenze non dovute a malattia devono essere giustificate da motivi veramente seri e comunicate preventivamente all’insegnante di classe.

L’osservanza delle norme sopraindicate permette a tutto il personale della scuola di svolgere al meglio il proprio compito, favorisce il sereno svolgimento delle lezioni e delle varie attività.

Per quanto non previsto nel regolamento, ci si attenga alle indicazioni della Direzione della scuola.
La scuola declina ogni responsabilità in caso di non osservanza del presente regolamento.